Lavorare in Inghilterra

lavorare in inghilterra

L’inghilterra è da sempre un punto di riferimento per l’Italia e per gli italiani che vogliono lavorare all’estero.

L’inglese è in effetti la lingua più parlata al mondo, e questo può essere un incentivo alla scelta della nazione estera.

Tra le altre c’è sicuramente un più alto livello di retribuzioni e una maggiore organizzazione meritocratica.

Tra le città più gettonate, Londra è sicuramente al primo posto soprattutto per l’alto numero di opportunità professionali che offre.

Come ogni trasloco all’estero, però, il fattore chiave è la preparazione di tutti gli aspetti fondamentali sia nelle situazioni in cui c’è già un impiego in vista sia in quelle in cui si va alla ricerca di una nuova esperienza.

Andiamo a vedere insieme tutte le informazioni utili da conoscere

Brexit e burocrazia

La recente Brexit ha causato molte incertezze non solo a livello internazionale ma anche per la stesura di questa guida.

I requisiti di trasferimento inglesi sono comunque abbastanza semplici.

Il solo obbligo burocratico è quello di richiedere il numero di assicurazione nazionale, che corrisponde al nostro codice fiscale.

Questo numero è di fondamentale importanza per la copertura sanitaria e per la sottoscrizione di contratti di lavoro, l’assistenza di disoccupazione e la ricerca di impieghi.

Come richiedere il documento di assicurazione nazionale

La richiesta del documento può essere fatta nel Job Center più vicino.

Il Job Center è il centro di impiego, che richiede un documento identificativo come la carta d’identità o il passaporto, la prova di un indirizzo come contratto di affitto, documenti di locazione temporanea o simili, quindi un recapito telefonico.

Presso il Job Center si può prendere appuntamento per la richiesta del National Insurance Number: per fare questo si può contattare telefonicamente il dipartimento di lavoro e pensioni mentre si è ancora in Italia per velocizzare le tempistiche necessarie.

I requisiti burocratici potrebbero aumentare tra poco, quindi è sempre bene consultare la pagina web ufficiale sulla Brexit curata dalla pubblica amministrazione inglese.

Lingua e lavoro

La conoscenza fin da piccoli della lingua inglese è per molte persone che scelgono l’Inghilterra come nazione di espatrio una delle motivazioni principali.

La lingua è ovviamente uno dei requisiti fondamentali per un trasferimento stabile.

Chi non la conoscesse a dovere può comunque interfacciarsi con gli innumerevoli corsi on-line per lo studio dell’inglese.

Tra i portali più diffusi spiccano sicuramente Udemy, Coursera e Fluentify.

Altre alternative sono i corsi linguistici del British Council e della Cambridge University, due degli istituti più autorevoli sulla lingua inglese.

La ricerca del lavoro può essere fatta sia porta a porta che tramite agenzie per il lavoro o ricerca online, ma per questo il requisito obbligatorio è la predisposizione di un CV in lingua inglese e di una lettera di presentazione.

I consigli sulla compilazione e preparazione del proprio curriculum sono reperibili online e sul portale del National Career Service.

La ricerca del lavoro online può essere fatta tramite molti portali come Linkedin, Monster, Jobs.co.uk, Indee, Gumtree, Reed.

Le offerte di lavoro toccano tutti i settori, in base alle qualifiche professionali.

Consigli e suggerimenti sui Traslochi Internazionali

Visita la pagina dedicata ai principali Paesi Internazionali

Link Utili: sul sito del governo si trovano molti consigli su come trovare lavoro, come ad esempio i consigli su come scrivere un curriculum vitae per un lavoro in Inghilterra, su questa pagina.

Su questo sito puoi trovare un glossario di tutti i termini e le abbreviazioni che puoi trovare negli annunci immobiliari in Inghilterra.

Richiedi il Tuo Preventivo GRATUITO

    Trasloco dall'Italia


    Trasloco in Inghilterra


    Traslocare in Inghilterra

    >> Trasloco a Londra