Trasloco a Sidney: tutto ciò che devi sapere

trasloco a sidney

Da diversi anni Sidney è diventata un sogno e una meta di molti italiani soprattutto perché l’Australia è una nazione ricca di opportunità lavorative dove l’economia cresce a ritmi elevati e inoltre la qualità della vita ed il welfare in Australia sono tra i migliori al mondo; basti pensare che in Australia vivono circa due milioni di italiani

Sidney è una metropoli moderna con servizi e infrastrutture di elevata qualità, in grado di offrire non solo numerose possibilità lavorative ma anche tante attività di svago e inoltre la città presenta paesaggi straordinari e stupende spiagge, e un clima mite e soleggiato tutto l’anno.

Se hai deciso di andare a vivere a Sidney, questo articolo ti aiuterà a farti conoscere tutto quello che c’è da sapere per il tuo trasloco a Sidney.

Visto per l’Australia

Per andare in Australia sia per vivere che per turismo c’è bisogno del visto, quindi la prima cosa da fare quando si decide di traslocare a Sidney è la richiesta del visto.

Ricordiamo che ci sono diverse tipologie di visto, che variano a seconda di diversi fattori: età, paese d’origine, motivi del viaggio (turismo o lavoro) ed etc.

In qualunque caso comunque per trasferirsi a Sidney bisogna richiedere un visto temporaneo, la richiesta può essere fatta online sul sito dell’immigrazione australiana; per coloro che decidono di trasferirsi per lavoro devono chiedere il visto Work Visa.

La regolamentazione dei visti in Australia varia spesso soprattutto in base all’andamento economico e lavorativo della nazione, bisogna sempre informarsi bene sull’attuale situazione prima di organizzare il trasloco, inoltre esistono vari tipi di visti lavorativi per l’Australia, a seconda del tipo di professione, e ciascuno ha i suoi precisi requisiti.

E ricordati che senza visto non si può entrare in Australia e ci sono controlli molto rigidi alla frontiera in merito all’ingresso nel paese di persone, merci e animali.

Costo di un trasloco a Sidney

Dopo aver ottenuto il visto, arriva il momento di organizzare il trasloco a Sidney.

Quanto costa? Sicuramente non è molto economico per ragioni come per esempio la distanza tra l’Italia e l’Australia, l’assicurazione di viaggio per i tuoi beni da traferire e per le rigide procedure doganali import ed export australiane.

Per il trasloco si consiglia di rivolgersi ad aziende specializzate in traslochi internazionali che si occupino non solo dello spostamento dei beni personali ma anche di tutta la parte burocratica ed amministrativa che comporta il trasloco a Sidney.

Tax File Number Australiano

Appena trasferiti a Sidney la prima cosa da fare è richiedere il TFN (tax file number) ) che è un codice numerico di 9 cifre, esso rappresenta una sorta di codice fiscale australiano indispensabile per poter lavorare. Va richiesto online e viene inviato all’indirizzo di residenza/domicilio entro un mese.

Trovare casa a Sidney: modalità e prezzi

Per affittare una casa bisogna pagare subito il primo canone di affitto e un deposito di garanzia; il pagamento dell’affitto a Sidney è settimanale e no mensile come in Italia.

Per poter affittare una casa c’è bisogno del visto e del passaporto e inoltre il proprietario può richiedere garanzie economiche (busta paga, contratto di lavoro ed etc).

I costi? Non sono bassi, Sidney è una città molto cara ma fortunatamente anche gli stipendi sono molto alti.; il costo degli affitti varia molto in base alla zona, un monolocale al centro di Sidney ha un affitto di circa 500/600 AUD (dollaro australiano) a settimana, mentre più in periferia il prezzo scende a circa 350 AUD a settimana.

(500/600 AUD sono 320/380 euro. 1 AUD equivale a circa 0,65 centesimi di euro).

Si consiglia di cercare casa una volta arrivati a Sidney (contattando privati o tramite agenzia) e non cercarla online dall’Italia per evitare qualche brutta sorpresa.

All’inizio del trasferimento, un’ottima alternativa è quella di prenotare una camera/posto letto, i costi sono competitivi, e poi con calma cercare casa e incominciare a conoscere la città.

Costo della vita a Sidney

Per vivere a Sidney non bisogna calcolare ovviamente solo il costo della casa, ma ci sono altre spese. Ci sono le utenze, i trasporti, la spesa, gli svaghi e vivere a Sydney costa molto; secondo una recente l’indice dei prezzi al consumo di Sydney è più alto del 7% rispetto a Milano, che è la città più cara d’Italia.

Per fare un esempio, a Sidney il prezzo medio di una tazzina di caffè al bar è di circa 4 euro.

Lavorare a Sidney

La ragione per cui tanti italiani decidono di trasferirsi a Sidney è appunto per l’alto tasso di occupazione presente in questa città e in tutta l’Australia; basti pensare che qui c’è un bassissimo tasso di disoccupazione che è circa il 5%.

Quindi Sidney offre tante opportunità di lavoro, l’Australia è una nazione ricca di opportunità professionali e con un’economia molto solida e in continua crescita, ed è molto facile cambiare lavoro di frequente per migliorare sempre la propria posizione professionale.

Come abbiamo sottolineato, Sidney è molto cara ma dobbiamo anche dire che gli stipendi australiani sono tra i più alti al mondo, basti pensare che qui esiste un salario minimo pari a 12 euro l’ora, quindi circa 500 euro a settimana come camerieri e commessi; quindi per professionisti specializzate gli stipendi ovviamente sono veramente molto alti.

Data la mancanza di figure specializzate nei settori come turismo, agricoltura, edilizia, è abbastanza facile per gli stranieri trovare un’occupazione in questi contesti lavorativi.

Ovviamente per i posti di lavoro più importanti bisogna avere una perfetta conoscenza della lingua inglese.

Sistema sanitario dell’Australia

Il sistema sanitario pubblico australiano si chiama Medicare e viene sovvenzionato tramite tasse dei cittadini (il 2% del proprio stipendio); tutti i cittadini australiani e gli stranieri con visto permanente hanno diritto alle prestazioni del Medicare che dà diritto ad un’assistenza di base gratuita.

Non è obbligatorio iscriversi a Medicare, però in quel caso o si dispone di un’assicurazione sanitaria privata oppure tutte le prestazioni mediche saranno a pagamento.

Per chi non né ha diritto per esempio per mancanza di visto permanente, quindi per coloro che si sono trasferiti da poco è consigliato sottoscrivere un’assicurazione sanitaria.

Inoltre, il governo australiano ha pubblicato una pagina in italiano con scritto tutto ciò che c’è da sapere riguardo le merci da dichiarare, puoi aprirla cliccando qui.

Consigli e suggerimenti sui Traslochi Internazionali

Visita la pagina dedicata ai principali Paesi Internazionali

Richiedi il Tuo Preventivo GRATUITO

    Trasloco dall'Italia


    Trasloco in Australia