Lavorare in Francia

lavorare in francia

Trasferirsi in Francia per lavoro, qualunque esso sia, sia dipendente o indipendente, rappresenta per chiunque l’inizio di una nuova vita, di un nuovo percorso.

Allo scopo di affrontare al meglio le nuove sfide che comporta un trasferimento in un paese diverso dall’Italia, anche se europeo, bisogna conoscere perlomeno alcuni aspetti basilari dello stato francese.

Di seguito ecco alcune indicazioni preziose che risultano utili per tutti coloro che hanno già pianificato un trasloco in Francia.

Informazioni Generali per lavorare in Francia

La regione francese offre ottime condizioni di lavoro e stipendi abbastanza elevati che incentivano a cambiare vita e a trasferirsi in una delle tante città della nazione.

Traslocare in Francia per gli italiani è facile perché occorre solamente la carta d’identità visto che si tratta di uno stato europeo, tuttavia, per entrare nel mercato del lavoro francese bisogna essere in possesso di:

  • Un Conto Bancario Francese
  • Avere la Carte Vitale
  • Certificare la propria residenza nel paese

Per accedere con maggiore facilità nel mondo del lavoro francese è importante anche la conoscenza della lingua. Nonostante l’inglese sia riconosciuta come lingua ufficiale per le interazioni lavorative, per integrarsi al meglio è fondamentale imparare il francese.

Esistono corsi di varia tipologia e andando sul sito dell’agenzia di promozione della lingua Francese si può scegliere quello che fa al caso proprio.

Come funziona il lavoro in Francia da dipendente

Il lavoro dipendente segue le normative sui contratti stabilite nel Codice del lavoro francese e quelle dei contratti collettivi di categoria, denominate Conventions Collectives.

Il Ministero del Lavoro, inoltre, ogni anno stabilisce un salario minimo orario, detto SMIC, che tutti i datori di lavoro devono rispettare. La rivalutazione del SMIC viene effettuata ogni anno.

Non sono previste ritenute in busta paga poiché le tasse sui redditi vengono versate ogni anno mediante la dichiarazione dei redditi.

Come funziona il lavoro indipendente

Il lavoro autonomo si distingue in diverse tipologie e in Francia sono 5 le forme giuridiche principali che permettono di identificarne la natura:

  • Libera professione
  • Attività commerciale
  • Attività industriale
  • Attività agricola
  • Artigianato

Il CFE, Centro nazionale per l’imprenditoria, mette a disposizione di tutti coloro che vogliono fare impresa appositi aiuti. Per saperne di più basta andare sul sito web per avere informativi su documenti necessari e normative da rispettare.

Esiste anche l’Accueil Entrepeneur, ovvero l’agenzia per la creazione d’impresa, che offre tutte le informazioni sulla procedura da seguire per costituire un’impresa.

Agenzie private e pubbliche per trovare lavoro in Francia

Per trovare lavoro in Francia la scelta migliore è rivolgersi alle agenzie per il lavoro. Fra le agenzie private troviamo GiGroup, Manpower e Adecco.

Invece, per quanto riguarda le agenzie di lavoro pubbliche, il punto di riferimento in Francia è il Pôle Emploi , l’agenzia nazionale per l’impiego che offre diverse opportunità per riqualificarsi e a seconda dei requisiti si occupa anche di erogare sussidi di disoccupazione.

Pianificare in anticipo il trasloco

Prima di trasferirsi in Francia è importante pianificare il trasloco con largo anticipo, per avere sotto controllo ogni minimo dettaglio.

Affidarsi ad una ditta professionista e specializzata è la soluzione migliore per affrontare ogni fase senza pensieri.

Consigli e suggerimenti sui Traslochi Internazionali

Visita la pagina dedicata ai principali Paesi Internazionali

Richiedi il Tuo Preventivo GRATUITO

    Trasloco dall'Italia


    Trasloco in Francia


    Traslocare in Francia

    >> Trasloco a Parigi