Lavorare in Belgio, tutto ciò che devi sapere

trasloco in belgio

Negli ultimi anni il Belgio è diventato uno dei Paesi Europei più ambiti dalle persone; infatti, una volta che lo hanno visitato, queste decidono di trasferirvisi in maniera definitiva, sia per il livello culturale che per le opportunità lavorative che propone.

A proposito di questo argomento, come si lavora in Belgio?

Ecco qui un articolo in cui potrai trovare tutte le informazioni necessarie.

I visti per lavorare in Belgio

Prima di affrontare il tema del lavoro, è importante capire come poter entrare in Belgio rispettando tutte le leggi a riguardo.

Secondo la politica di questo Paese europeo, per entrare bisogna possedere un visto che verrà rilasciato in funzione delle esigenze che hanno determinato la partenza .

Per essere precisi, esistono due tipologie di visto, ovvero:

  • A breve termine: consente di restare nel Paese per un periodo massimo di 3 mesi;
  • A lungo termine: permette di restare in Belgio per oltre 6 mesi.

Nel caso in cui si decidesse di rimanere a vivere in Belgio, bisognerà procedere aprendo una pratica specifica e presentando una serie di documenti, ossia:

  • Un passaporto in corpo di validità;
  • Un permesso di lavoro;
  • Un contratto di lavoro,
  • Un certificato medico;
  • Un attestato di buona condotta.

È doveroso sottolineare che, per tutti coloro che risiedono in una Nazione facente parte dell’Unione Europea, non esiste l’obbligo di possedere un visto d’ingresso per restare meno di 3 mesi in Belgio.

Come lavorare in Belgio

Essendo uno dei Paesi che offrono maggiori opportunità lavorative con stipendi molto alti, il Belgio consente di entrare nei suoi confini sia con un contratto di lavoro che non.

In quest’ultimo caso, è possibile usufruire di alcuni servizi per trovare il lavoro dei proprio sogni come, ad esempio, quelli offerti dalle agenzie specializzate o dai siti web.

Ovviamente, è doveroso ricordare che per usufruire di tutto ciò, risulterà necessario essere in possesso di un curriculum di lavoro, opportunamente tradotto.

Qualche consiglio utile per vivere in Belgio

Prima di recarsi in Belgio per iniziare una nuova vita, ecco qualche consiglio che potrà essere sicuramente d’aiuto:

  • Conoscere la lingua: faciliterà ogni cosa poiché, come tutti noi sappiamo, è assolutamente fondamentale saper comunicare con facilità in ogni genere di situazione. Inoltre, questo sarà considerato un punto di forza in un ipotetico colloquio di lavoro;
  • Avere qualche soldo da parte: all’inizio le cose non saranno facili, in quanto bisognerà cominciare ad approcciarsi alle spese elevate del Belgio. Per di più, bisognerà trovare un appartamento o una casa in cui stabilirsi e, di conseguenza, sarà necessario pagare un affitto;
  • Possedere un buon curriculum: questo documento è sicuramente quello più importante per cercare il lavoro. Perciò, nel caso in cui si avesse una buona esperienza, bisognerà descriverla nei migliore dei modi all’interno del proprio curriculum;
  • Avere una buona assicurazione sanitaria: potrebbe capitare che durante il primo periodo di soggiorno, possano verificarsi degli incidenti ed è proprio per questo motivo che risulterà opportuno possedere una buona polizza sanitaria per coprire le spese mediche.

Consigli e suggerimenti sui Traslochi Internazionali

Visita la pagina dedicata ai principali Paesi Internazionali

Richiedi il Tuo Preventivo GRATUITO

    Trasloco dall'Italia


    Trasloco in Belgio