Guida su come smontare i mobili per un trasloco

298
smontare i mobili

Per smontare i mobili per un trasloco serve qualche dritta così da non commettere errori e non ritrovarsi a dover rifare il lavoro.

Chi deve organizzare un trasloco sa bene che le cose da fare sono tante e tra queste una delle più delicate è proprio lo smontaggio dei mobili. Se si decide di fare questo lavoro in autonomia è il caso di sapere in che modo procedere così da non perdere tempo e agevolare il lavoro di chi verrà a ritirare il tutto per il trasloco vero e proprio.

Smontare i mobili: ecco come

Chi è alla ricerca dei migliori suggerimenti per un trasloco facile e senza stress dovrebbe leggere questa guida. Indicheremo come fare per smontare i mobili in maniera semplice e veloce.

Quando si parla di traslochi, che siano nella stessa città, nella stessa regione o molto più lontano, la prima cosa che si può consigliare è quella di organizzare il lavoro così da rendere il tutto quanto più semplice possibile. Sembra un dettaglio da poco, eppure è l’esatto contrario. L’essere organizzati è quel qualcosa in grado di fare la differenza e di velocizzare tutto l’iter.

Il primo consiglio? Essere almeno in due. Se si vuole fare tutto da soli difficilmente si otterrà un buon risultato e, soprattutto, si perderà così tanto tempo da rischiare di intralciare i lavori per il trasloco stesso. Spesso quando ci si deve trasferire altrove si ha fretta di entrare in un’altra casa e iniziare una nuova vita: essere veloci e ben organizzati accelera i tempi.

Il secondo consiglio è quello di procedere con lo smontaggio dei mobili meno utilizzati prima di tutti gli altri. In questo modo non si creeranno troppi problemi nella quotidianità. Ecco, quindi, che si suggerisce di smontare prima qualcosa che viene utilizzato raramente e poi, per fare un esempio, il letto o i mobili della cucina che di sicuro serviranno ancora.

Fare le cose con ordine aiuta anche ad avere il controllo su quello che si sta facendo e solo così si potranno fare le cose per bene. Se ci si fa uno schema con tutto quello che c’è da fare, se si ottimizzano i tempi e le azioni da svolgere, fare un trasloco non sarà l’incubo che tutti pensano sia.

Cosa serve per smontare i mobili durante un trasloco? Questa è di certo la domanda che tutti si staranno ponendo. Pertanto è utile sapere che si dovrebbero avere con sé alcuni oggetti in grado di rendere il tutto quanto più semplice possibile.

Vediamo come comporre il proprio kit. Si dovranno inserire pinze, martelli, cacciaviti e magari un trapano svita e avvita così da riuscire a ottimizzare i tempi. Si consiglia di capire prima come procedere allo smontaggio del singolo mobile, magari guardando le istruzioni o cercando in rete dei consigli. Spesso gli schemi delle marche più famose di mobili si trovano anche online e questo è un aiuto da non sottovalutare.

Dopo aver smontato tutti i mobili cosa si fa? Anche in questo caso una dritta potrà salvare dal caos. Abbiamo già parlato di come imballare i mobili e quello che possiamo aggiungere a quanto detto è di organizzare, stanza dopo stanza, ogni azione. Ordine e precisione faciliteranno non solo il trasloco, ma anche la fase di riorganizzazione di mobili e suppellettili nella nuova casa o nel nuovo ufficio o ovunque si vada a traslocare.

Avere le idee chiare permette di procedere con facilità e di non perdere nulla. Quando si effettua un trasloco, infatti, una delle principali problematiche è quella di perdere qualcosa di utile. Un danno che può essere evitato con poche e semplicissime mosse.

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.