Fedespedi priorità per il programma di spesa da presentare all’Europa

213
Fedespedi

Fedespedi, unica associazione di categoria che rappresenta e tutela gli interessi delle imprese di spedizioni internazionali in Italia, ha indicato quali sono le priorità per il recovery fund nel programma di spesa che l’Italia entro il 15 ottobre dovrà presentare in Europa.

Secondo l’associazione le priorità sono digitalizzazione, connettività e sostenibilità, tre criteri bisogna promuovere per favorire la logistica e le imprese di spedizioni.

Secondo Silvia Moretto, Presidente di Fedespedi, bisogna cogliere questa opportunità e bisogna concentrarsi sui questioni da portare avanti per aumentare il Pil del Paese. La logistica rappresenta il motore dell’import-export del nostro paese e con il suo 9% del Pil ha ricadute positive innegabili.

Ecco perché è necessario dare priorità ai tre punti indicati da Fedespedi.

L’emergenza sanitaria ha accelerato l’esigenza di snellire i processi della digitalizzazione. Durante il periodo del lockdown è sorta l’urgenza di rendere i documenti disponibili da remoto, tuttavia dovrebbe essere un processo normale, che dovrebbe avvenire come prassi comune.

Invece, burocrazia e cavilli inutili gravano enormemente sulle imprese di spedizioni che trovano difficoltà nell’espletare la loro attività in maniera più rapida e snella. Una comunicazione immediata fra imprese ed enti pubblici avrebbe indubbiamente come risultato una maggiore efficienza oltre che una migliore resa del servizio ai clienti.

  • Connettività

Affinché la digitalizzazione possa essere resa possibile e quindi possa dare i suoi frutti in termini di efficienza e resa del servizio, bisogna avere a disposizione un adeguato sistema di connessioni.

I fondi europei sono una grande opportunità e possono consentire di realizzare tutto quanto detto in precedenza.

Grazie ai fondi europei, dunque, sarà possibile creare una connessione con strumenti e reti adatte a supportare tutto il lavoro che c’è da svolgere. Se durante il lockdown si è cercato di andare avanti con l’improvvisazione per lavorare da remoto e sfruttare la connessione disponibile, adesso con i fondi si possono allargare gli orizzonti e creare reti di connettività elevatissime.

A questo riguardo è necessario sottolineare che dal punto di vista infrastrutturale le reti italiane non sono all’altezza e quindi bisogna procedere con opere che vadano nella giusta direzione, anche se dovranno essere fatte con urgenza.

  • Sostenibilità

In questo programma di rilancio la sostenibilità ovviamente è un altro aspetto da curare. Si tratta di una tematica che costituisce per le imprese un fattore di competitività. Sostenere le imprese con incentivi per realizzare soluzioni sostenibili nel settore della logistica è fondamentale.

Infatti, questo comparto produce  rifiuti derivati dal packaging, mentre il trasporto produce emissioni. La ricerca di un ridotto impatto ambientale è dunque un elemento su cui bisogna sempre porre l’attenzione.

Si deve dunque dare la possibilità alle imprese di essere sempre più sostenibili e di mettere in atto programmi e iniziative che mirano a sensibilizzare la clientela introducendo nelle aziende nuove competenze.

Proprio sulla formazione Moretto ha posto l’attenzione, un altro punto importante considerato vitale perché grazie all’innovazione tecnologica  e alla digitalizzazione possono essere trovate soluzioni ad elevato livello di sostenibilità.

Per Trasporto Mobili in Italia e all’Estero, affidati ad Aziende Affidabili. Contattaci per un Preventivo Gratuito. CLICCA QUI

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato su come effettuare un trasloco in sicurezza.