Sicurezza sul lavoro nel settore Trasporti e Logistica

268
Settore Trasporti e Logistica sicurezza sul lavoro

La gestione della logistica e della sicurezza sul lavoro è uno degli aspetti più complessi nella società e nel mercato lavorativo attuale.

A regolare questo aspetto esistono delle norme che nel corso degli anni sono state anche trasformate nel tentativo di frenare gli infortuni sul lavoro.

Le misure di sicurezza previste riguardano anche il settore della logistica, e sono diverse le tipologie di sicurezza riguardanti questo ambito, che vanno dagli spostamenti alle merci, dal magazzino alla sicurezza digitale, che in un mondo sempre più connesso deve essere salvaguardata.

Sicurezza sul lavoro durante la fase di trasporto

Durante la fase di trasporto la sicurezza è indispensabile e richiede meccanismi all’avanguardia per risultare efficace. Per prima cosa la merce deve essere sempre fissato in maniera sicura, in modo da evitare danneggiamenti.

Il conducente deve viaggiare in condizioni confortevoli e deve anche conoscere i percorsi per evitare difficoltà.

Per rendere più sicuri i trasporti dal 1 novembre 2015 i produttori di veicoli pesanti con massa superiore alle 3,5 tonnellate hanno l’obbligo di dotare i mezzi del Lane Departure Warning System, un sistema che avverte l’autista del cambio di corsia.

Invece, per i veicoli oltre le 8 tonnellate è obbligatorio l’Advanced Emergency Braking System (Aebs), sistema di rallentamento automatico anti-tamponamento che rileva la distanza del mezzo che precede.

Sicurezza nel magazzino per gestire meglio la logistica

All’interno del magazzino i rischi vengono classificati come rischi medio e variano in base all’ambiente lavorativo, alle merci, alle sostanze utilizzate, agli strumenti e al numero di personale che ne fa parte, sia esterno che interno.

I rischi possono riguardare il luogo di lavoro, quindi l’infrastruttura e lo svolgimento dell’attività. Possono consistere in cadute, scivolamento, contagio chimico, fulminazione.

I rischi possono anche riguardare mezzi e attrezzature del magazzino, che vengono utilizzati dal personale, e quindi elevatori, pedane mobili, carrelli oppure rumori assordanti a decibel oltre la norma prodotti dagli stessi mezzi.

Ciascuna azienda deve fornire una informazione specifica di rischi e pericoli e deve anche redigere un programma di prevenzione, utilizzando dove è necessario dispositivi di protezione individuale, segnali indicatori e strumenti che aiutano a spostare e sollevare materiali pesanti.

Da tenere in considerazione sono anche i furti, che costituiscono uno dei principali pericoli per il magazzino e durante il trasporto.

Spesso, infatti, mancano colli o pacchi derubati da dipendenti o da soggetti esterni.

In questo caso bisogna istituire una vigilanza costante e occorre installare sistemi di videosorveglianza efficaci. Per tracciare le merci un metodo diffuso è il codice a barre, che viene rilevato da un lettore e decodificato.

In questo modo si ottengono informazioni sulla merce e sulla sua localizzazione.

Sicurezza digitale e logistica 4.0

Oggi è importante gestire bene la sicurezza digitale per non creare pericoli ai lavoratori o all’attività economica dell’azienda. Sicurezza digitale e il concetto di Industry 4.0 hanno uno stretto legame ed è chiaro che senza la prima il mondo digitale e tutte le innovazioni che comporta non potrebbe esistere.

Per evitare problemi alla sicurezza informatica, e impedire che i sistemi possano essere attaccati da cyber criminali gli addetti ai lavori devono aumentare in tutti i reparti dell’ambiente lavorativo la consapevolezza dei rischi e prendere tutte le misure possibili e immaginabili per ostacolare qualsiasi attacco.

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.