Traslocare un acquario: Come imballare in sicurezza

327
traslocare un acquario

Come traslocare un acquario senza intoppi? Si tratta di un’operazione particolarmente delicata, da non sottovalutare. Per farlo in sicurezza bisogna prima di tutto preparare l’acquario al trasporto e dotarsi di tutto ciò che serve per svolgere l’operazione nel migliore dei modi senza errori.

E’ importante affidarlo ad una ditta di traslochi capace di portarlo a destinazione in breve tempo senza danneggiarlo. Ma prima di chiamare la ditta 3C Traslochi è bene pensare alla preparazione che richiede parecchio tempo soprattutto se non si vuole rischiare di fare danni.

Come preparare un acquario prima del trasloco

Per preparare l’acquario al trasloco bisogna iniziare a non alimentare i pesci almeno un paio di giorni prima, poi svuotarlo in parte e trasferire i pesci nei sacchetti o in un secondo acquario provvisorio più piccolo. Qualora per il trasporto dovessero servire parecchie ore è consigliato evitare di mettere i pesci nei sacchetti e preferire un piccolo acquario più sicuro e confortevole.

E’ importante conservare soltanto una parte dell’acqua all’interno di contenitori puliti e versarne un po’ anche dentro il secondo acquario. Poi togliere tutte le decorazioni, le pompe ed i filtri.

Per quanto riguarda le piante bisognerà lasciare dell’acqua che possa tenerle umide e coprirle con dei sacchetti di plastica per proteggerle. Per ultima cosa imballare l’acquario seguendo tutte le istruzioni che solitamente vengono fornite direttamente dalla ditta di trasportatori.

Cosa fare dopo aver terminato di traslocare un acquario

Una volta imballato l’acquario, la ditta provvederà a spostarlo. Qualora si volesse fare da soli per non spendere troppo bisogna considerare che gli acquari più grandi di 80 litri devono essere spostati da più persone o comunque mediante mezzi adatti come le gru che però se affittate hanno un costo non indifferente.

Bisogna quindi valutare bene prima di prendere decisioni affrettate che potrebbero non soltanto costare di più ma anche diventare un problema in caso di danni di qualunque tipo.

Una volta giunti a destinazione l’acquario va rimesso immediatamente in funzione per ridurre al minimo lo stress dei pesci. Quindi eliminare i sacchetti che coprono le piante, sistemare nuovamente tutti gli elementi decorativi, versare un po’ dell’acqua contenuta precedentemente nell’acquario.

Lasciare i sacchetti dei pesci dentro la vasca per un quarto d’ora almeno, poi aprirli con delicatezza e metterli dentro con le luci spente o bassissime che permettono loro di abituarsi alla nuova sistemazione. Piano piano versare un po’ di acqua pulita. L’operazione si è così conclusa.

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.