Decreto sostegni: rifinanziamento degli incentivi per la sostituzione di veicoli vecchi

40
rifinanziamento incentivi

Dato l’elevato tasso di inquinamento delle nostre città dovuto soprattutto ai gas di scarico delle auto, è diventato assolutamente necessario sostituire i veicoli più vecchi e inquinanti con quelli di ultima generazione.

Tuttavia, nell’ultimo decreto sostegni emanato dal Governo, non vi è alcun tipo d’incentivo utile per questa causa: di conseguenza, come bisogna comportarsi?

Cerchiamo di scoprire maggiori informazioni prendendo spunto da quest’articolo molto dettagliato.

Il rifinanziamento degli incentivi: il primo passo per ricominciare

La notizia del nuovo decreto sostegni ha suscitato davvero un grande scalpore per tutto il nostro Paese, specialmente nel settore automobilistico.

Ciò nonostante, nel giro di pochissimo tempo, le proteste da parte di alcuni gruppi come ad esempio Anfa, Federauto e Unrae non sono di certo mancate: difatti esse sono convinte che per far ripartire l’economia automobilistica italiana, sia doveroso rifinanziare alcuni incentivi.

Quello maggiormente richiesto da tutti è senza ombra di dubbio l’ecobonus legato alla rottamazione dei veicoli inquinanti.

L’ecobonus per le auto: di che cosa si tratta?

Con il termine ecobonus si intende una particolare misura finalizzata ad incentivare l’acquisto di tutti i veicoli di ultima generazione che non incidono negativamente sull’impatto ambientale.

Per essere più precisi, questa tipologia di bonus è stata varata per cercare di togliere dalle strade italiane tutti quei vecchi veicoli che inquinano in maniera spropositata.

Difatti, questo bonus prevede una certa somma di denaro, pari ad un massimo di 8000 euro, che potrà essere utilizzata da tutte le persone che decidono di rottamare la loro vecchia macchina per comprarne una di ultima generazione.

Come se ciò non fosse sufficiente, questo ecobonus può essere utilizzato anche per sostituire i veicoli commerciali e per alcune vetture speciali.

Ovviamente tutto questo deve rispettare delle regole ben precise descritte per l’appunto dal Governo.

I vantaggi dell’ecobonus

Utilizzare questa tipologia di bonus può portare a molti vantaggi per tutti i cittadini italiani ovvero:

  • Una netta diminuzione dell’inquinamento: come abbiamo detto più volte in precedenza, l’ecobonus nasce con l’obiettivo di abbatere in maniera considerevole l’inquinamento delle città, permettendo alle persone di poter tornare a godere di un’aria più salubre e meno nociva per la loro salute;
  • Un risparmio economico non indifferente: utilizzando questa misura economica è possibile risparmiare una grande cifra per l’acquisto di un nuovo veicolo in quanto essa prevede ben 8000 euro per la rottamazione del vecchio veicolo;
  • Un risollevamento di tutto il settore dell’automobile: se le persone cominciassero ad utilizzare questo bonus, le aziende di questo settore potrebbero cominciare a riprendere con regolarità la loro produzione e, di conseguenza, potrebbero tornare ad assumere un grande numero di operai. Insomma, l’ecobonus porterebbe di certo ad una minor disoccupazione e alla diminuzione della crisi economica che affligge il nostro Paese da anni.

Insomma, l’ecobonus può essere la soluzione migliore per cercare di far ripartire l’economia legata al settore automobilistico italiano e, allo stesso tempo, combattere l’inquinamento delle nostre città che ormai sta diventando una vera e propria piaga per la nostra salute.

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.