Realizzare un muro di cinta: tutto quello che devi sapere

164
muro di cinta

I muri di cinta possono delimitare le proprietà ma offrire anche un buon primo livello di sicurezza per la casa, scoraggiando l’eventuale accesso di malintenzionati.

I muri di cinta sono utilizzati per marcare i confini di proprietà, e la sua funzione non è solamente estetica, magari legata all’armoniosità della facciata, quando invece una solida protezione.

La costruzione nel modo corretto di un muro di recinsione diventa quindi importante e dovrebbe essere fatta con la massima attenzione verso la sua solidità e sicurezza. Ecco qui di seguito tutti gli elementi che vi aiuteranno a stabilire la qualità e le caratteristiche di un muro di cinta perfetto, da tenere conto nella realizzazione del vostro progetto

Altezza massima del muro di cinta

Secondo l’articolo 878 del Codice Civile, il muro di cinta non è una costruzione se si rispetta la dimensione massima di 3 metri di altezza.

Quindi, in pratica, chiunque vuole costruirne uno deve attenersi a questo requisito per la propria proprietà, così da evitare qualsiasi problema anche per quanto riguarda i vicini di casa.

Il muro di cinta deve rispettare poi queste altre caratteristiche:

  • L’edificazione deve avvenire per circondare una proprietà
  • L’altezza non può superare i 3 metri
  • Deve spuntare dal suolo e avere i due lati del muro isolati da altre costruzioni

Tipi di recinzione più comuni

Le mura di cinta devono essere costruite sempre con un occhio verso l’estetica complessiva che daranno alla proprietà. Dovrebbero seguire quindi le stesse scelte architettoniche della facciata dell’edificio che poi proteggeranno.

Presenti sul mercato si trovano molti tipi di recinti, inclusi i modelli frangivento e muri decorativi, che vengono realizzati con varie tecniche in modo da risultare personalizzati e sicuri secondo le esigenze del cliente.

Prima dei lavori di costruzione, i muratori scaveranno una fossa di circa il 30% dell’altezza complessiva del muro, in modo da garantire che la struttura abbia la giusta solidità e possa resistere nel tempo.

Le tecniche di realizzazione del muro di cinta sono molto varie:

  • Abbiamo i muri a secco, la scelta più ecologica, che non richiede uso di leganti come la malta ma stanno insieme grazie al modo in cui gli elementi vengono posati e distribuiti
  • I muri di mattoni, fatti di mattoni, tufo e calcestruzzo, sono i più classici ei più comuni perché solidi e di facile realizzazione
  • Le pareti strutturate, per una soluzione creativa che, oltre ad essere una barriera di protezione, la protezione della privacy, il gusto e l’eleganza alla proprietà
  • Le mura di cinta in pietra, per una protezione solida ma anche per armonizzare con il resto dell’ambiente un elemento naturale come la pietra, elegante sicura ma anche rustica.
  • I muri combinati, che vengono fatti in cemento, legno o ferro battuto, spesso abbinati a siepi o ad altri elementi decorativi

Permessi di costruzione

Per costruire un muro di cinta non servono permessi solo se si rispetta l’altezza massima di 3 metri. La realizzazione di queste opere fa parte della DIA / SCIA, quindi basterà attenersi alle norme comunali in vigore.

Devi ristrutturare Casa e ti occorre un preventivo gratuito? CLICCA QUI

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.