Il parquet in legno Ipè, scopri tutti i pregi e le caratteristiche

69
parquet in legno ipè

Per gli intenditori o gli appassionati del parquet, è risaputo che il legno di Ipè sia un materiale particolare, proveniente dal Sud America, tra i più costosi per la realizzazione del parquet.

Ma quali sono i motivi per cui è così apprezzato?

Si tratta di un legno molto resistente e duro, importato dalle foreste pluviali brasiliane. In tempi recenti ha ottenuto grande attenzione per via delle sue uniche caratteristiche nel panorama dei legni per parquet, ma gli alberi di ipè sono anche molto rari in natura, persino in Sud America dove hanno origine.

Si stima che ne crescano appena sette per ogni acro di foresta. Sono stati tentati, per cercare di stimolare la produzione e la crescita, alcuni interventi che però non hanno portato a risultati ottimali, tanto che alcuni arredatori di interni più attenti all’ambiente stanno cercando soluzioni alternative all’uso di questo legno.

Il legno di Ipè, comunque, non viene prodotto da una sola pianta ma da ben sette specie diverse appartenenti tutte al genere Tabebuia, presenti sia in America centrale che meridionale. Le piante possono raggiungere un altezza di oltre 30 metri e una larghezza di 15 metri nella parte superiore dove si trovano rami e foglie.

Tra questi, alcuni sempreverdi mentre altri producono bellissimi fiori subito dopo la caduta delle foglie, caratterizzati da colori brillanti.

Parquet in legno di ipè, la diffusione recente

Questo legname particolare si è molto diffuso nei decenni recenti per le sue caratteristiche di durezza, i colori caldi ed intensi che ricordano le tonalità mogano, oltre che per la sua resistenza e la sua flessibilità.

La sua rarità lo ha però reso uno tra i più costosi legni per parquet, con un prezzo che va tra i 50-60€ al metro quadro.

Ma anche la lavorazione del legno richiede cure particolari, proprio per la sua durezza. L’installazione, ad esempio, deve essere fatta preforando le tavole ed utilizzando viti in acciaio per agganciarlo bene.

Questi costi aggiuntivi ovviamente si aggiungono al totale del lavoro.

La durezza del legno di ipè lo rende particolarmente resistente ai graffi superficiali, ma anche alla muffa, al fuoco, ai parassiti e agli agenti atmosferici.

La presenza di oli naturali al suo interno preserva la sua integrità anche per 50 anni senza dover essere sostituito, e se trattato regolarmente può durare fino a 75 anni. È un legno che non trattiene calore, quindi è comodo per le passeggiate a piedi nudi, e può essere utilizzato sia in interno che in esterno, per portici, terrazze, giardini o pedane.

Legno di ipè, curiosità storica

Anche la pavimentazione del lungomare di Coney Island di New York, famosa passerella a livello mondiale, è realizzata in legno di ipè. La prima posa fu effettuata nel 1923, quindi ricostruita negli anni 40.

Dopo questa data, solo nel 2015 sono stati necessari alcuni interventi di ripresa per parte della passerella, ma dopo una serie di proteste civili è stato deciso di utilizzare delle alternative anche in plastica riciclata.

Devi ristrutturare Casa e ti occorre un preventivo gratuito? CLICCA QUI

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.