Lavorare in Argentina

Trasloco in Argentina

Molti italiani, soprattutto dopo la Seconda Guerra Mondiale, si sono trasferiti in Argentina.

Questa terra, sicuramente molto bella, ha dei pro e dei contro per chi voglia andare a viverci.

Se, infatti, il costo della vita è relativamente basso, spesso lo sono anche gli stipendi, ed è per questo motivo che se vuoi iniziare a lavorare in Argentina dovrai conoscere tutti i dettagli relativi agli stipendi e anche al tasso di disoccupazione.

Il tasso di disoccupazione in Argentina

I livelli di disoccupazione in un Paese sono indice della “salute” di quel territorio sotto diversi punti di vista. Dopo il picco relativo alla disoccupazione che si è verificato nel 2002, non si sono più presentate situazioni di questo tipo.

Infatti, durante quell’anno il tasso di disoccupazione aveva raggiunto un valore pari al 20.80%, davvero molto alto!

A seguito di questo periodo l’Argentina è migliorata notevolmente, fino ad arrivare, negli ultimi dieci anni, a non vedere più un tasso pari o superiore al 10%.

Al momento, secondo le fonti del Trading Economics, il tasso è risalito ad uno dei massimi degli ultimi anni, pari al 9,6%.

Quanto si guadagna in Argentina

Un altro indice riferito ad un Paese è costituito dagli stipendi medi. Il salario minimo per i lavoratori è fissato a 11300 Pesos argentini, pari a circa 100 euro al mese.

Oggi, tuttavia, lo stipendio medio per un lavoratore in Argentina si aggira intorno ai 30 mila Pesos, pari a circa 265 euro. Uno stipendio, quindi, non alto ma in grado di far vivere in questo territorio.

Consigli e suggerimenti sui Traslochi Internazionali

Visita la pagina dedicata ai principali Paesi Internazionali

Richiedi il Tuo Preventivo GRATUITO

    Trasloco dall'Italia


    Trasloco in Argentina