Illuminare il soggiorno, renderlo più ampio con l’illuminazione

256
illuminare il soggiorno

Illuminare il soggiorno e il salotto è il primo trucco che aiuta ad ampliare visivamente lo spazio.

Quali sono tutti i trucchi d’arredamento?

Un’illuminazione ben studiata conferisce allo spazio del tuo salotto una grande e magnifica impressione.

Per creare questo effetto d’ampiezza in salotto, spesso è solo una questione di illuminazione, di valorizzazione degli elementi adatti a dare un’impressione di grandezza per tutta l’intera sala.

L’articolo che segue vi farà vedere in quali modi il vostro salotto potrà sembrare più grande con alcune migliorie della luce, senza dover stravolgere necessariamente l’intero arredamento.

Illuminare il soggiorno con la luce diffusa

A prescindere dalla luce naturale, che è sempre necessaria e consigliabile in generose quantità, nel vostro ambiente è necessario inserire illuminazioni indirette e allo stesso tempo potenti, in modo da evitare di lasciare angoli scuri, non molto piacevoli da vedere e che potrebbero far sembrare troppo angusto anche uno spazio molto ampio.

Utilizzare la luce diffusa è un ottimo trucco per iniziare ad illuminare gli ambienti domestici che ospitano attività come la lettura o l’uso del pc. Questa fa in modo di illuminare senza però accecare la vista.

Cos’altro può aiutare a diffondere correttamente la luce? Preferire, ad esempio, un arredamento fatto con tende leggere a discapito di quelle in stoffa più pesante, o che almeno possano essere legate in un angolo.

Evitare in qualsiasi modo oggetti che possano ostruire il passaggio della luce, come ad esempio mobili molto estesi e impostati male all’interno dell’ambiente.

Quando utilizzare la luce zenitale

Per chi dispone di un soggiorno un po’ più stretto e lungo, non sempre la lampada al soffitto è una soluzione ottimale. Per intenderci, la lampada a soffitto è la principale responsabile dell’illuminazione zenitale. Di che si tratta?

È una luce che viene puntata in alto per favorire l’illuminazione naturale degli spazi, dando maggiore luce, più calore e un notevole risparmio energetico.

L’illuminazione zenitale va a sfruttare, in pratica, una parte di luce artificiale le prime ore della mattina e dopo il tramonto.

Risultati migliori vengono prodotti negli appartamenti che dispongono di una maggiore esposizione verso sud.

Per chi abita in un condominio, una posizione ottimale è sicuramente quella degli appartamenti all’ultimo piano che indipendentemente dall’orientamento non presentano ostacoli nel ricevere l’illuminazione esterna.

Quando queste condizioni ottimali però non sono possibili, non significa certo dover tenere gli ambienti all’oscuro. Ci sono delle soluzioni pratiche che prendono in considerazione la notevole mano che possono offrire le luci artificiali nel proprio ambiente.

Come sfruttare quindi la lunghezza degli spazi a disposizione senza rischiare di lasciare una parte della stanza in penombra?

Per ottenere uno spazio più caldo e confortevole, si potrebbero utilizzare dei faretti o, in alternativa, un sistema di illuminazione lineare: si tratta di luci che vengono direttamente incassate nel soffitto o all’interno degli elementi architettonici.

La loro posizione strategica va a dare profondità e a valorizzare alcuni dettagli del soggiorno senza stravolgere gli spazi. Ovviamente, è importante avere un’idea chiara del luogo migliore per piazzare le luci.

Devi ristrutturare Casa e ti occorre un preventivo gratuito? CLICCA QUI

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.