Come comportarsi quando il quadro elettrico si incendia

113
quadro elettrico

Qui di seguito i consigli utili per affrontare nel modo corretto un incendio dovuto a qualche problema nel quadro elettrico. Una parte degli incendi domestici avvengono a causa di un’avaria del quadro elettrico.

Questa guida tratterà di quali possono essere gli espedienti per prevenire questi incidenti e cosa fare quando malauguratamente si manifestano.

Prima di tutto, la prevenzione: ci sono degli accorgimenti utili per scongiurare i pericoli di incendio domestico. Ad esempio, quando c’è un rischio di incendio al quadro è meglio spegnere l’impianto.

Nel caso di un incendio a un filo o scintille allo scoperto, andate subito a spegnere l’alimentazione. Un altro accorgimento è quello di non sovraccaricare le prese elettriche, affidandosi poi a professionisti del settore per tutte le necessità di lavori in casa sull’impianto elettrico.

Se quest’ultimo poi si è riempito di polvere o sporcizia, sarebbe meglio effettuare i dovuti lavori di pulizia per evitare di innescare un cortocircuito.

Si consiglia ovviamente di predisporre sempre un interruttore salvavita e fusibili che possono interrompere sul nascere un possibile incendio dovuto a un incremento di potenza.

Cosa fare durante l’incendio del quadro elettrico

Non sempre riusciamo a prevenire un incendio anche con tutti gli accorgimenti. Una volta scatenato, non è facile gestirlo o provare a spegnerlo, quindi ecco alcune informazioni utili per affrontare al meglio questa situazione critica.

Scoppiato l’incendio al quadro elettrico, possiamo provare a utilizzare un estintore classe C con biossido di carbonio da spruzzare direttamente sulle fiamme per spegnerle. Se non accennano a spegnersi, nel caso di un grosso incendio, è importante avvertire quanto prima i vigili del fuoco.

Se non avete a disposizione un estintore e se le fiamme sono ancora basse, potreste provare a domarle con una coperta antincendio a protezione di mani e corpo per stenderla sulle fiamme più piccole, ma ricordate di non lasciarla sul fuoco.

Spegnere un incendio elettrico

Senza questi strumenti a disposizione, l’unica alternativa è quella di utilizzare dell’acqua sulle fiamme. Ma prima di questo è imperativo assicurarsi di aver spento il contatore principale per evitare di rimanere folgorati o di far diffondere l’elettricità in altre zone della casa aumentando ancora più l’incendio.

Esistono in commercio anche degli estintori ad acqua che possono rappresentare una soluzione efficace per fiamme di piccole dimensioni.

Si tratta di estintori di classe A, che sono più consigliati in questo contesto perché a differenza dei prodotti che usano il CO2 non c’è rischio che la fiamma possa riaccendersi una volta che l’anidride carbonica si è consumata.

Tra l’altro, gli estintori di classe C sono cause più probabili di problemi di respirazione.

Nel caso invece di dimensioni notevoli dell’incendio e grande velocità di propagazione, l’unica cosa da fare è abbandonare immediatamente la casa, mettendosi prima al sicuro e poi chiamando subito i vigili del fuoco.

È sempre bene rivolgersi a personale specializzato per i lavori di installazione degli impianti elettrici e per la messa in sicurezza che vi permetterà di escludere la maggior parte degli incendi probabili, prevenendo invece che curando.

Devi ristrutturare Casa e ti occorre un preventivo gratuito? CLICCA QUI

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.