Traslocare con i bambini: dieci consigli per gestire l’ansia dei più piccoli

88
Traslocare con i bambini

I genitori di bambini piccoli sanno fin troppo bene che i cambiamenti improvvisi nella routine possono scatenare stress e ansia, spesso fino a farli sentire immobilizzati. Il trasloco può essere una sfida particolare per i genitori di bambini al di sotto dei due anni, perché potrebbero non capire o non essere in grado di elaborare tutti i nuovi panorami, suoni e odori presentati da un nuovo ambiente.

Anche se il trasloco con i bambini piccoli può essere stressante per qualsiasi genitore, ci sono modi per gestire l’ansia in modo che il passaggio da un posto all’altro sia più facile di quanto si pensi.

Ecco 10 consigli per gestire l’ansia dei bambini durante il trasloco:

Pianificare in anticipo

Se vi sentite ansiosi a causa dell’imminente trasloco della vostra famiglia, potete fare alcune cose per alleviare lo stress. La prima è accettare il fatto che il trasloco provocherà un po’ di ansia in vostro figlio. Si tratta di una reazione naturale e normale al cambiamento, quindi cercate di capire i sentimenti di vostro figlio e il motivo della sua ansia.

Poi, cercate di pianificare la transizione in anticipo, in modo da poter gestire meglio la vostra ansia. Potreste voler creare una nuova routine per voi stessi, o procurarvi qualche cosa in più che vi aiuti a sentirvi più tranquilli. Se pensate che vostro figlio sarà ansioso per la transizione, potete provare a rassicurarlo che le cose diventeranno più facili con il passare del tempo e che l’aiuto è in arrivo.

Parlate ai vostri figli del trasloco

I bambini sono più desiderosi di conoscere il nuovo ambiente rispetto ai genitori, quindi è bene parlare loro dell’imminente trasloco. Potete farlo facendo leggere loro le informazioni sulla scatola o sulla borsa del trasloco, oppure parlandone durante la cena. Se il bambino viene mandato in una nuova scuola, si può parlare del nuovo ambiente e spiegare come la scuola sia diversa.

Potete anche parlare con vostro figlio di come potrebbe essere utile nella nuova scuola, aiutando a soddisfare le esigenze dei nuovi compagni, come fare una commissione o accompagnarli al parco giochi. Parlate con vostro figlio di come il trasloco sarà diverso dall’ultimo trasloco che avete fatto e di come vi aspettate che la transizione avvenga in modo più agevole.

Portare con sé i giocattoli, i libri e le attività preferite durante il trasloco.

Molti bambini sono ansiosi quando i genitori li lasciano e il passaggio a una nuova casa può essere un fattore scatenante. In questo caso, cercate di evitare di stare nella stessa stanza con vostro figlio quando partite o tornate a casa. Se il bambino è più grande, potete provare a portare con voi alcuni dei suoi giocattoli e libri preferiti per spezzare la routine e aiutarlo a sentirsi ancora con voi quando non siete in casa.

Se non avete la possibilità di portare con voi alcuni dei vostri giocattoli e libri preferiti, cercate di pensare a qualcos’altro che aiuti a spezzare la routine e a diminuire l’ansia del bambino. Potete anche programmare una telefonata o una videochiamata con vostro figlio, in modo da ricordare a entrambi che non siete davvero lontani.

Lasciate che scelgano i loro giocattoli

Se il bambino è particolarmente ansioso per il trasloco, potete cercare di aiutarlo a rilassarsi facendogli scegliere i propri giocattoli e spezzando la routine con una nuova routine o libri da portare con sé. Questo può aiutare a spezzare la routine per il bambino e dare a entrambi la possibilità di rilassarsi con una nuova routine.

Giocate insieme prima di fare le valigie

I bambini sono spesso ansiosi di passare a un nuovo ambiente perché non capiscono il motivo del trasloco dei genitori. Aiutate a spiegare il motivo del trasloco con una sessione di gioco o un’attività insieme prima di fare le valigie. Potete scegliere un’attività che dia un nuovo significato al trasloco, come ad esempio il trasferimento in cima a una collina o in un nuovo parco. Potete anche provare a scegliere un’attività che sia unica per il nuovo ambiente, come giocare con un giocattolo specifico del nuovo quartiere.

Trasformare il movimento in un gioco

Molti bambini sono ansiosi di passare da uno spazio all’altro e il movimento è un’ottima occasione per far emergere questa ansia. Cercate di abbattere la transizione trasformando il movimento in un gioco.

Per esempio, guidate fino al nuovo quartiere e parcheggiate in un posto nuovo, oppure camminate fino alla nuova casa e fate il giro dell’isolato prima di entrare. Si può anche tentare di attenuare la transizione con la musica, suonando canzoni che si riferiscono al nuovo ambiente o al nuovo quartiere.

Si può anche provare a trasformare il movimento in un gioco, facendo una danza prima di entrare in un nuovo spazio, come la nuova casa o la cima di una collina.

Trasformare il trasloco in un gioco

Se il bambino è particolarmente ansioso per la transizione, si può provare a sdrammatizzare con un gioco. A tal fine, si può creare un gioco con il processo di imballaggio e disimballaggio. Ad esempio, mettete ogni oggetto in un sacchetto e poi posizionatelo in un nuovo spazio. Si può anche fare un gioco con il disimballaggio. Ad esempio, si può mettere un oggetto sul letto e poi collocarne un altro nello stesso spazio. Si può anche giocare a cucinare una cena prima di partire e poi a mangiare prima di ripartire.

Pianificate un pasto seduti prima del trasloco.

Cercate di spezzare la transizione con una cena seduti prima del trasloco. Ad esempio, si può provare a cucinare un pasto che abbia a che fare con il nuovo ambiente, ad esempio cucinando un piatto che contenga nuovi ingredienti specifici del nuovo quartiere. Potete anche provare a cenare seduti prima di partire, in modo che il bambino abbia la possibilità di rilassarsi e distendersi dopo il trasloco. Cercate di scegliere una cena che non sia troppo saziante, in modo che il bambino non si senta troppo pieno mentre mangia.

Conclusione

Il trasloco con i bambini piccoli può essere spesso fonte di stress e ansia, poiché i piccoli non sono in grado di capire o elaborare tutti i nuovi panorami, suoni e odori presentati da un nuovo ambiente.

Fortunatamente, ci sono modi per gestire l’ansia durante il trasloco, in modo che la transizione sia più facile di quanto si pensi. Innanzitutto, accettate il fatto che vostro figlio sarà ansioso per il trasloco. Poi, cercate di pianificare il futuro in modo da poter gestire meglio la vostra ansia. Infine, suddividete il trasloco in un gioco, in modo che il bambino non abbia la sensazione di dover capire tutto in una volta.

Chiedi un sopralluogo per poter stilare un preventivo.

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.