Illuminazione lineare: quando sceglierla

69
illuminazione lineare

Utilizzare l’illuminazione lineare nei propri ambienti e in maniera strategica può dare luogo a soluzioni molto suggestive.

La luce lineare è capace di attraversare gli ambienti e definire gli spazi. Andiamo quindi a vedere quali sono i vantaggi della lineare e come fare a realizzarla.

Le lampade lineari sono, ultimamente, sempre più apprezzate nei contesti architettonici moderni, in quanto rappresentano l’ultimo ritrovato per dare all’illuminazione un aspetto sobrio ed essenziale in primo luogo, ma allo stesso tempo altamente personalizzato in termini di installazione.

Si abbina quindi alla perfezione ai diversi spazi della propria casa.

Ma cos’è esattamente, e in che modo la luce lineare può essere il segreto per una stanza ben luminosa o per un gioco di luce particolare?

Cos’è l’illuminazione lineare

Spesso l’illuminazione è l’ultima delle preoccupazioni all’interno dell’arredamento della casa. Si finisce infatti col scegliere il lampadario quasi sempre per ultimo, dovendo fare poi i conti con un budget che si è già ridotto per gli altri lavori.

Ma la luce della casa è sicuramente una delle cose che fa una vera differenza tra uno spazio con tutti i comfort (anche quello visivo, per il riposo degli occhi) rispetto a uno spazio comune.

Le diverse configurazioni delle luci possono andare a creare un certo dinamismo, diverse opzioni di calore e bellezza per i propri spazi.

Gli elementi costitutivi dell’illuminazione lineare sono prodotti allungati e molto personalizzabili a seconda del tipo di ambiente e delle preferenze.

Discutendone con l’impiantista, si possono concordare delle soluzioni su misura per noi, che ci potrebbero stupire in quanto a versatilità.

Gli elementi, infatti, possono non solo essere installati con la tecnica dell’incasso o in appoggio, ma possono anche essere applicati direttamente sui mobili o in parte dell’arredamento per creare diversi effetti luminosi (ad esempio in presenza di una libreria da mettere in mostra o di fronte ai gradini di una scala).

Le luci sono ovviamente personalizzabili in base a colori, misure, intensità, possono essere anche configurate con un sistema di interruttori o dimmer o controlli touch che possono essere utilizzate da remoto o con sensori di movimento.

L’uso dei LED nell’illuminazione lineare

LED, per chi non lo sapesse, è l’abbreviazione di Light Emitting Diode. Si tratta di una fonte di illuminazione a lunga vita ed alta efficienza, che funziona con un semiconduttore che converte l’elettricità in luce.

Per illuminare gli ambienti, i LED utilizzano molti diodi che producono luce uno accanto all’altro andando a creare un fascio di luce che permette di illuminare anche solo spazi specifici della casa.

Il vantaggio di questa tecnologia è sicuramente la sua economicità sia in termini di acquisto che in termini di spese in bolletta.

Il LED consuma molto poco ed è altamente efficiente. Inoltre, un altro vantaggio del LED sulla luce classica è la possibilità di essere direzionato per focalizzarsi su un solo punto specifico, creare atmosfere in maniera creativa, massimizzare l’illuminazione in aree di lavoro come su una scrivania che utilizziamo per operazioni che necessitano di tanta luce, come disegno tecnico o cucito.

Devi ristrutturare Casa e ti occorre un preventivo gratuito? CLICCA QUI

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.