Imballare gli oggetti risparmiando spazio per il trasloco, come fare?

193
imballare gli oggetti

Traslocare è per molti un’attività davvero difficile e frustrante: ci si ritrova a dover mettere tutta la propria vita negli scatoloni e nel farlo spesso ci si pente della propria scelta.

Un problema molto diffuso riguarda la difficoltà nello scegliere il tipo di imballaggio, e anche le modalità con le quali imballare i propri averi. Ecco, quindi, qualche consiglio su come traslocare risparmiando lo spazio degli imballaggi.

La scelta delle scatole per imballare gli oggetti

Non tutte le scatole sono uguali, e bisognerebbe scegliere quelle migliori per il proprio trasloco. Spesso le ditte forniscono già gli imballaggi, ma se così non fosse sarà possibile acquistare da soli le proprie scatole.

Queste dovranno essere sicuramente resistenti, ma anche di formati diversi, in modo da potersi adattare ai beni che vi saranno inseriti. Infine, dovranno essere facili da montare, così da non aggiungere ulteriore stress a quello già presente durante il trasloco.

Procurarsi il materiale extra

Oltre agli scatoloni sarà fondamentale avere anche dei materiali extra per imballare.

Questi comprendono:

  • La carta di giornale
  • Il pluriball e il polistirolo
  • Vecchi asciugamani e stracci
  • Coperte e cellophane per gli oggetti più fragili
  • Nastro adesivo per sigillare le scatole
  • Pennarelli indelebili per scrivere chiaramente il contenuto delle scatole

Come confezionare gli oggetti?

Dopo aver procurato tutto il materiale, sarà necessario capire come confezionare ogni tipo di oggetto. Le vecchie coperte si potranno utilizzare per avvolgere i mobili e anche gli elettrodomestici di diverse dimensioni.

Gli oggetti pesanti, come i libri, andranno raggruppati in scatole più piccole, così da diventare maggiormente maneggevoli. Nelle scatole grandi si potranno inserire gli oggetti più leggeri, con l’aggiunta di alcuni pesanti sul fondo.

Gli oggetti fragili, come gli specchi, i quadri e così via, potranno essere inseriti nelle scatole, ma dovranno essere protetti con pluriball o polistirolo per evitare danni.

Infine, gli oggetti preziosi dovranno essere portati direttamente a mano da chi andrà ad abitare nella nuova casa, in modo da evitare furti o smarrimenti.

La suddivisione per stanze

Per arrivare al trasloco, e anche ai giorni successivi, senza perdere la bussola sarà essenziale procedere con ordine, considerando le stanze come elementi importanti e di riferimento.

Ad esempio, in cucina si dovrà iniziare a scongelare il frigo almeno 48 ore prima del trasloco. La dispensa andrà svuotata nei giorni precedenti.

Per il soggiorno e il salotto si dovranno usare elementi imballanti che consentano di proteggere la tv e altri oggetti fragili, come i vasi. Spesso gli imballaggi originali saranno la scelta migliore.

I prodotti per la pulizia andranno raggruppati ma anche messi in sicurezza per evitare dispersioni. Si potranno sigillare i tappi con sacchetti di plastica e nastro adesivo e si dovranno porre in posizione verticale.

Infine, per la camera da letto e le cabine armadio bisognerà usare soluzioni che consentano di risparmiare spazio. Così, si potranno acquistare dei sacchetti per creare il sottovuoto, oppure ci si potrà avvalere delle pratiche scatole a rella che consentiranno di appendere i propri vestiti con le grucce in modo da non sgualcirli.

Se trovi difficoltà o vuoi farti aiutare da Professionisti, CLICCA QUI per richiedere un PREVENTIVO GRATUITO

Segui la Nostra sezione sulle Guide per preparare al meglio gli oggetti o i mobili da traslocare. CLICCA QUI