Come funziona il Bonus Ristrutturazione 2023: Requisiti e procedura per richiederlo

316
bonus ristrutturazione 2023

La ristrutturazione della propria casa può essere una decisione importante e impegnativa, ma se svolta in modo corretto può anche comportare vantaggi numerosi. Tra questi, il bonus ristrutturazione rappresenta sicuramente uno dei più interessanti.

In questo articolo vedremo nel dettaglio come funziona il bonus ristrutturazione 2023, come richiederlo e quali sono i requisiti necessari.

Che cos’è il bonus ristrutturazione 2023?

Il bonus ristrutturazione 2023 è un’incentivazione fiscale prevista dalla legge italiana per incentivare la ristrutturazione e l’efficientamento energetico degli edifici. In particolare, il bonus consente di detrarre dall’imposta sul reddito una percentuale delle spese sostenute per la ristrutturazione della propria casa.

Il bonus ristrutturazione è stato introdotto con la legge di bilancio 2022 e sarà valido per l’anno 2023.

Come funziona il bonus ristrutturazione 2023?

Il bonus ristrutturazione 2023 prevede la possibilità di detrarre dall’imposta sul reddito il 50% delle spese sostenute per interventi di ristrutturazione edilizia e il 65% delle spese sostenute per interventi di efficientamento energetico. La detrazione è ripartita in 10 quote annuali di pari importo e non può superare i 96.000 euro complessivi.

È importante sottolineare che il bonus ristrutturazione 2023 non è cumulabile con altre detrazioni fiscali per gli stessi interventi di ristrutturazione ed efficientamento energetico. Inoltre, il bonus ristrutturazione può essere utilizzato solo per interventi effettuati sulla propria abitazione principale o su un immobile di cui si è proprietari.

Quali sono i requisiti per richiedere il bonus ristrutturazione 2023?

Per poter accedere al bonus ristrutturazione 2023 è necessario rispettare alcuni requisiti. Innanzitutto, è indispensabile che l’immobile oggetto di ristrutturazione sia costruito in Italia e sia stato costruito da almeno 5 anni.

Inoltre, è necessario che la ristrutturazione venga effettuata da un’impresa regolarmente iscritta alla Camera di Commercio, o da un professionista iscritto all’albo professionale, o da un artigiano iscritto alla camera di commercio o all’albo delle imprese artigiane.

Infine, è importante conservare tutta la documentazione relativa ai lavori effettuati, tra cui la fattura dell’impresa o del professionista che ha eseguito i lavori, la documentazione attestante la regolarità dei pagamenti effettuati e la documentazione tecnica relativa ai lavori stessi.

Come richiedere il bonus ristrutturazione 2023?

La richiesta del bonus ristrutturazione 2023 deve essere effettuata tramite la dichiarazione dei redditi, nella quale vanno indicati gli interventi effettuati e le relative spese sostenute. È necessario indicare anche il codice fiscale dell’impresa o del professionista che ha effettuato i lavori, nonché il codice fiscale o la partita IVA dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

In caso di interventi di efficientamento energetico, è necessario allegare alla dichiarazione dei redditi la documentazione tecnica relativa all’intervento effettuato, che attesta il rispetto dei requisiti minimi di prestazione energetica previsti dalla normativa.

Una volta presentata la dichiarazione dei redditi, l’Agenzia delle Entrate provvederà a verificare la validità della richiesta ea comunicare l’importo della detrazione spettante. La detrazione sarà poi ripartita in 10 quote annuali di pari importo, che saranno indicate nella dichiarazione dei redditi degli anni successivi.

In conclusione, il bonus ristrutturazione 2023 rappresenta un’opportunità interessante per chi desidera effettuare lavori di ristrutturazione o di efficientamento energetico sulla propria casa. Tuttavia, è importante rispettare i requisiti previsti dalla normativa e conservare con cura tutta la documentazione relativa ai lavori effettuati, per poter richiedere la detrazione fiscale in modo corretto e senza incorrere in sanzioni.

Il Bonus Ristrutturazione: l’agevolazione fiscale anche per il recupero del patrimonio edilizio e l’acquisto di mobili

Una delle novità introdotte dal bonus ristrutturazione 2023 è la possibilità di richiedere la detrazione anche per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, che riguardano ad esempio la riqualificazione di edifici storici o di particolare valore artistico o culturale.

In questo caso, la detrazione spetta nella misura del 50% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare.

Inoltre, il bonus ristrutturazione 2023 prevede un’agevolazione fiscale anche per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, che vengono installati nell’immobile oggetto di ristrutturazione o di efficientamento energetico.

La detrazione spetta nella misura del 50% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 10.000 euro.

Va infine ricordato che il bonus ristrutturazione 2023 è cumulabile con altre agevolazioni fiscali previste per la casa, come ad esempio il bonus mobili e le detrazioni per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Tuttavia, nel caso in cui siano previste agevolazioni a fondo perduto per gli stessi interventi, la detrazione fiscale non può essere richiesta.

Conclusioni

In conclusione, il bonus ristrutturazione 2023 rappresenta una interessante opportunità per chi desidera effettuare lavori di ristrutturazione o di efficientamento energetico sulla propria casa, con la possibilità di ottenere una detrazione fiscale significativa.

Tuttavia, è importante conoscere i requisiti previsti dalla normativa e conservare con cura tutta la documentazione relativa ai lavori effettuati, per poter richiedere la detrazione in modo corretto e senza incorrere in sanzioni.

Se devi traslocare chiedi un preventivo Gratuito

Segui il Nostro Blog per restare aggiornato

Come Traslocare correttamente? Ecco alcune Guide da tenere a mente.

ENTRA IN CONTATTO CON NOI

    3C TRASLOCHI

    Via Firenze,44
    Santa Maria Capua Vetere, Caserta 81055
    Italia
    Telefono: 3299838869
    Cell.: 3299838869
    Email: info@3ctraslochi.it

    Orari di Lavoro:

    LunedìAperto 24h
    MartedìAperto 24h
    MercoledìAperto 24h
    GiovedìAperto 24h
    VenerdìAperto 24h
    Sabato09:00 - 21:00
    Domenica09:00 - 17:00